Corsi ed incontri

CORSO SULLE TECNICHE DI RILASSAMENTO PER GESTIRE ANSIA E STRESS

L'ansia è un'emozione utile in molti momenti della vita perché ha la funzione di proteggerci dalle minacce esterne preparandoci all'azione, di motivarci all'interazione con il mondo circostante, di migliorare le nostre prestazioni.
L'ansia quindi permette di far fronte con maggior efficacia ai problemi della vita e rappresenta una sollecitazione che ci fa selezionare più attentamente gli stimoli. Grazie all'ansia le nostre emozioni sono più intense, suggestive, più accese.
Quando però l'ansia è troppo elevata può trasformarsi in disagio che si manifesta con una percezione di tensione, preoccupazione e malessere, condizionando il normale funzionamento dell'organismo.
In questi casi apprendere alcune tecniche di rilassamento può essere utile per ristabilire un equilibrio: richiedono infatti uno sforzo limitato e possono essere utilizzate in qualsiasi momento della vita. Le tecniche di rilassamento possono essere utilizzate sia per gestire il “normale” stress quotidiano, sia nei casi di insonnia, emicrania, gastrite e in tutte le manifestazioni psicosomatiche.
Il corso ha la durata di 8 incontri e si pone l'obiettivo di far apprendere alcune delle tecniche più conosciute e utilizzate, come il training autogeno di Schultz e il rilassamento progressivo di Jacobson.
Durante il corso è previsto inoltre uno spazio di discussione sulla gestione quotidiana dell'ansia.

CORSO SULLE EMOZIONI

Non esistono emozioni appropriate ed emozioni non appropriate, ma solo un modo più o meno funzionale di esprimerle. Imparare a dire cosa si prova senza emettere giudizi, senza analizzare, senza aspettarsi nulla dall’altro è un passo importante per una comunicazione più vera e non distorta.
Emozioni come la curiosità, la rabbia, la paura, la felicità, la sorpresa, la vergogna, la tristezza, la gioia aiutano ad esprimere quello che noi sentiamo, desideriamo o temiamo.
In alcuni momenti della nostra vita - in famiglia, nella coppia, a lavoro - ci rendiamo conto che è particolarmente difficile gestire le emozioni, comprenderle, modularle per reagire agli eventi, differenziarle tra loro. Questo può provocare un mancato ascolto di noi stessi, dell'altro e una sensazione di “incomunicabilità”.
Il corso ha la durata di 8 incontri nei quali verranno proposti una serie di esercizi con l'obiettivo di migliorare le abilità emotive, l'espressione delle emozioni, l'ascolto dell'altro. Infatti esprimere le emozioni in modo diretto e riferito a sé fa aprire gli altri alla comunicazione e alla collaborazione, facilitando così lo scambio nelle relazioni.
L'obiettivo del corso è quello di sviluppare le potenzialità e le risorse legate alle nostre abilità emotive e migliorare le relazioni all'interno del contesto familiare, interpersonale e sociale.

INCONTRI DI GRUPPO SULLA GENITORIALITÀ

Ogni genitore si trova ad affrontare il delicato compito di accompagnare il figlio o i figli nel loro percorso di crescita e, col tempo, di autonomia, facendo coincidere il rispetto delle regole con l'affetto, il limite con l'elasticità, l'appartenenza con la separazione.
Il compito del genitore non è davvero semplice! Possono esserci momenti in cui ogni genitore, che pure è l'unico a conoscere davvero il proprio figlio, sente il bisogno di confrontarsi con altri genitori che stanno attraversando le stesse gioie ma anche le stesse paure e difficoltà e, nell'adolescenza, gli stessi conflitti.

Per questo vengono proposti incontri di gruppo condotti da una psicologa, per affrontare i problemi quotidiani di rapporto coi figli, in un clima informale e di scambio reciproco. Viene proposto uno spazio che possa allontanare dall'assillo quotidiano del “fare”, per immergersi invece anche nella dimensione del pensare e del sentire.
I genitori potranno liberamente portare nel gruppo temi e problematiche che favoriranno la discussione e lo scambio di opinioni, con l'obiettivo di migliorare la capacità di esprimere le emozioni e di comunicare con i propri figli, prendendo anche coscienza dei propri stili educativi e relazionali. Inoltre all'interno del gruppo sarà possibile la condivisione delle difficoltà con una migliore attivazione delle risorse.
I gruppi sono aperti sia al singolo genitore sia alla coppia.